marchetti

home / Archivio / Fascicolo / Osservatorio sulla giurisprudenza del Tribunale di Roma

indietro stampa articolo indice fascicolo leggi articolo leggi fascicolo


Osservatorio sulla giurisprudenza del Tribunale di Roma

A cura di Ignazio Cerasa, Marco Mercuri, Emanuele Stabile, Antonio Trillò

TRIBUNALE DI ROMA, 8 giugno 2020 - Di Salvo, Presidente, Cardinali, Giudice, Romano, Relatore

R.G. 27543/2014

(Art. 3, comma 2, let. a), d.lgs. 27 giugno 2003, n. 168)

(Artt. 2364, comma 1, n. 3, 2389 c.c.)Va attribuita alla cognizione della sezione specializzata in materia di impresa la controversia introdotta da un amministratore nei confronti della società e riguardante le somme da quest’ultima dovute in relazione all’attività esercitata, deponendo in tal senso, oltre alla ratio dell’art. 3, comma 2, lett. a), del d.lgs. n. 168 del 2003, in quanto volto a concentrare tutta la materia societaria innanzi al giudice specializzato, anche la sua formulazione letterale, la quale si presta a comprendere tutte le liti che vedano coinvolti la società ed i suoi amministratori.

I compensi spettanti ai membri del consiglio di amministrazione sono stabiliti all’atto della nomina o dall’assemblea; la rimunerazione degli amministratori investiti di particolari cariche in conformità dello statuto è stabilita dal consiglio di amministrazione. Tuttavia, lo svolgimento delle funzioni di amministratore delegato di una società per azioni non integra, di per sé, l’attribuzione di una particolare carica. La «particolare carica» cui fa riferimento la norma di cui all’art. 2389, terzo comma, c.c. richiede [continua ..]

» Per l'intero contenuto effettuare il login inizio